Sezione: Attualità

Proteste pretestuose di alcuni giornalisti stranieri

Elicotteri israeliani avevano colpito Radio al-Aqsa, dei terroristi Hamas, al terzo piano di un edificio di Gaza.

“Giornalisti senza Frontiere” (un’organizzazione con sede a Parigi che l’ufficio stampa del governo israeliano definisce “politicamente prevenuta tanto che altera deliberatamente la verità dei fatti”) ha diffuso una nota di condanna per i tre razzi lanciati da elicotteri israeliani il 29 giugno scorso contro la sede di Radio al-Aqsa, gestita dai terroristi Hamas, al terzo […]

Leggi tutto l'articolo ›

Il nucleare dIsraele sul web

La dottrina della ambiguità nucleare ha lo scopo di esercitare forza deterrente sui nemici senza offrire loro il pretesto per sviluppare armi nucleari.

Da domenica è in linea il nuovo sito web della Commissione per l’Energia Atomica Israeliana. La versione in inglese del sito, ancora parziale, offre una breve storia della Commissione e un paio di immagini delle due centrali nucleari israeliane di Sorek e Dimona (foto), finora avvolte da gran segreto. “Non metteremo tutto sul sito – […]

Leggi tutto l'articolo ›

Il nucleare dIsraele

Sul piano morale, Israele è lultimo paese al mondo cui si dovrebbe chiedere di denuclearizzarsi.

Da un editoriale del Jerusalem Post

Sul piano morale, in quanto paese edificato da sopravvissuti a un Olocausto e normalmente minacciato di annientamento dai suoi vicini, Israele è l’ultimo paese al mondo cui si dovrebbe chiedere di denuclearizzarsi. E quand’anche una tale richiesta fosse giustificabile, comunque non ha senso attendersi che ad essa Israele obbedisca. Si può star certi che l’opinione […]

Leggi tutto l'articolo ›

Sharon soddisfatto per la decisione della Corte israeliana

“E' un’importante risposta legale alle calunnie prodotte contro Israele di fronte alla Corte dell’Aia”.

Il primo ministro israeliano Ariel Sharon non intende appoggiare proposte di legge volte ad aggirare la decisione della Corte Suprema relativa alla barriera di sicurezza. Sharon ha anzi detto di essere soddisfatto del pronunciamento della Corte, che riconosce in linea di principio la necessità di costruire la barriera anti-terrorismo. La scorsa settimana la Corte Suprema […]

Leggi tutto l'articolo ›

Barak: Prima la barriera, poi lo stato palestinese

Secondo Ben-Ami il confine delineato da Clinton nel 2000 è il massimo che Israele può accettare.

L’ex primo ministro israeliano Ehud Barak (laburista) preme perché il governo di Gerusalemme non firmi alcun accordo sulla nascita di uno stato palestinese prima che sia completata la barriera anti-terrorismo. E’ importante per la sicurezza di Israele che la barriera venga completata al più presto possibile, ha detto Barak, criticando il primo ministro Ariel Sharon […]

Leggi tutto l'articolo ›

John Kerry sostiene il diritto all’autodifesa di Israele

Un documento elettorale delinea la posizione del candidato democratico alla Casa Bianca riguardo a Israele.

In un documento che delinea la sua posizione riguardo a Israele, il candidato democratico alla presidenza degli Stati Uniti John Kerry afferma che non negozierà con Yasser Arafat ed esprime sostegno al diritto di Israele a difendersi dall’aggressione delle organizzazioni terroristiche. Il documento, intitolato “John Kerry: Rafforzare la sicurezza d’Israele e sostenere le speciali relazioni […]

Leggi tutto l'articolo ›

Israele ridisegna il tracciato della barriera

Le modifiche al tracciato dice il ministero della difesa si baseranno sui principi stabiliti dallAlta Corte di Giustizia israeliana.

Il ministero della difesa israeliano ha dichiarato che modificherà alcune parti del tracciato della barriera anti-terrorismo in seguito alla risoluzione dell’Alta Corte di Giustizia che ha ordinato modifiche a circa 30 chilometri del percorso a nord-ovest di Gerusalemme allo scopo di minimizzare il più possibile i disagi alla popolazione palestinese. “Le modifiche al tracciato di […]

Leggi tutto l'articolo ›

Sderot nel mirino

Si dice che Sderot stia diventando la Kiryat Shmona del sud. Non è esatto.

Da un editoriale del Jerusalem Post

Si dice che Sderot [la città del Negev israeliano dove lunedì scorso un missile Qassam palestinese ha ucciso due civili, fra cui un bambino di quattro anno] stia diventando la Kiryat Shmona del sud [con riferimento alla città del nord spesso colpita da razzi Hezbollah dopo il ritiro israeliano dal Libano meridionale]. Non è esatto. […]

Leggi tutto l'articolo ›

Sharon accelera lo sgombero: Nessuno osi aggredire i militari

Il primo ministro ha respinto la richiesta di sospendere il disimpegno dopo gli ultimi mortali attacchi terroristici.

Chi aggredirà i militari se ne assumerà tutte le conseguenze. Lo ha detto oggi il primo ministro israeliano Ariel Sharon, parlando del previsto sgombero di insediamenti nella striscia di Gaza e parte della Cisgiordania settentrionale durante una riunione a porte chiuse della Commissione esteri e difesa della Knesset (parlamento israeliano). “Chiunque aggredirà i militari e […]

Leggi tutto l'articolo ›

Quando Arafat rifiutò pace e indipendenza

"Presidente Arafat - rispose Clinton - io sono un fallimento, e questo grazie a lei».

Di Bill Clinton

«Il 23 dicembre 2000 – scrive l’ex presidente americano Bill Clinton nel suo libro di memorie recentemente pubblicato negli Stati Uniti – fu un giorno fatale per il processo di pace in Medio Oriente. Invitai le due parti a Washington per un ultimo tentativo e, dopo che ebbero negoziato per diversi giorni, io e il […]

Leggi tutto l'articolo ›