Perché ha ragione Netanyahu ad accettare il cessate il fuoco

Tredici anni di dittatura terroristica a Gaza (giustificata e tollerata dal resto del mondo) hanno messo Israele in una situazione senza altra possibilità che “contenere” lo staterello criminale di Hamas

Scrive Jonathan S. Tobin: Molti israeliani protestano nelle strade di Sderot, e chi potrebbe biasimarli? Hanno trascorso giorni interi a correre da un rifugio all’altro sotto centinaia di razzi sparati da Gaza

Leggi tutto l'articolo ›

Netanyahu sostiene il cessate il fuoco: “E’ la cosa giusta da fare, anche se impopolare”

Ma il ministro della difesa Lieberman si dimette, accusando il governo di “capitolazione di fronte al terrorismo”

Hamas "ha implorato" il cessate il fuoco e "sa molto bene il perché". Lo ha affermato il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu mercoledì mattina parlando a Sde Boker in occasione di una cerimonia in memoria di David e Paula Ben-Gurion.

Leggi tutto l'articolo ›

Hamas ha scelto l’escalation

Quali le alternative a una guerra aperta contro il gruppo terrorista che controlla la striscia di Gaza?

Scrive l’editoriale di Ha’aretz: Ancora una volta, come in un ciclo inevitabile, i razzi volano verso le comunità israeliane attorno alla striscia di Gaza, gli abitanti di queste comunità corrono nei rifugi, le batterie “Cupola di ferro” intercettano i missili al meglio delle loro capacità, interviene l'aeronautica, nuvole di fumo si stagliano su Gaza

Leggi tutto l'articolo ›

Ecco perché, nonostante tutto, gli israeliani vivono a lungo e in buona salute

Dieta mediterranea e coesione familiare, ma soprattutto un sistema sanitario nazionale efficace, efficiente ed egualitario

Di Rafael A. Beyar

Uno studio pubblicato di recente colloca Israele tra i primi 10 paesi per longevità proiettata al 2040. Già adesso Israele si posiziona molto in alto, in altre classifiche per aspettativa di vita, con una vita media al 2016 di 82,5 anni.

Leggi tutto l'articolo ›

Ministro degli esteri dell’Oman: “Israele appartiene al Medio Oriente: da qui sono venuti la Torah e i profeti israeliti”

“Il miglioramento delle relazioni tra Israele e i suoi vicini è possibile e porterebbe stabilità al Medio Oriente a vantaggio sia dei palestinesi che degli israeliani”

Intervenendo al "2018 Manama Dialogue" organizzato a fine ottobre nel Bahrain dall'International Institute for Strategic Studies, il ministro degli esteri dell'Oman, Yusuf bin Alawi bin Abdullah, ha dichiarato: "Israele è uno dei paesi della regione, tutti lo sappiamo e lo capiamo.

Leggi tutto l'articolo ›