Chi ha paura delle parole “Gerusalemme capitale d’Israele”?

Chi rifiuta di riconoscere Israele come stato nazionale del popolo ebraico non vuole riconoscere Gerusalemme come capitale del paese che vorrebbe spazzare via

Di Moshe Arens

Alla richiesta di nominare la capitale di vari paesi, diverse persone avrebbero difficoltà a ricordare che la capitale del Canada è Ottawa e che la capitale dell'Australia è Canberra, ma ben pochi avrebbero difficoltà a ricordare che la capitale dello stato ebraico è, ovviamente, Gerusalemme.

Leggi tutto l'articolo ›

Ecco perché la dichiarazione di Trump facilita il processo di pace

Non siamo più nel ’47. Non riconoscerlo significa assecondare i troppi estremisti musulmani che rifiutano l'esistenza stessa di uno stato ebraico entro qualsiasi confine, con qualunque capitale

Di Yaakov Katz ed editoriale Jerusalem Post

Scrive Yaakov Katz: Al di là dei processi alle intenzioni, ciò che conta è che Trump ha corretto un'ingiustizia storica commessa ai danni dello stato ebraico negli ultimi settant'anni.

Leggi tutto l'articolo ›

Trump ha respinto il ricatto delle minacce violente e ha posto fine alla negazione della realtà

Che governo e Knesset abbiano sede a Gerusalemme non è mai stato oggetto di negoziato. Trump dice agli arabi: chi vuole davvero la pace negozi sulle questioni vere

Di Elliott Abrams

La decisione del presidente Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale d’Israele è una decisione assolutamente corretta, innanzitutto per un semplice motivo: perché Gerusalemme è la capitale di Israele.

Leggi tutto l'articolo ›

Perché Trump ha ragione su Gerusalemme

Chi rese la pace più difficile fu Obama, con la risoluzione Onu di un anno fa che criminalizzava la presenza di Israele nelle storiche aree ebraiche della città. Trump ha ripristinato il giusto equilibrio

Di Alan Dershowitz

La decisione del presidente Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale d'Israele è una risposta perfetta alla cieca decisione presa dal presidente Barack Obama di cambiare la politica americana

Leggi tutto l'articolo ›

Operazione verità su Gerusalemme

La negazione arabo-palestinese della storia e dell’identità ebraica è uno dei maggiori ostacoli che impediscono accordo e convivenza. Ecco perché affermare la verità su Gerusalemme può servire alla pace

Di Emmanuel Navon, Michael Boyden, Reuven Berko, Avi Issacharoff, Haim Shine

ULTIMAORA. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato mercoledì sera che gli Stati Uniti riconoscono ufficialmente Gerusalemme come capitale d'Israele e che trasferiranno la loro ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme.

Leggi tutto l'articolo ›

Israele chieda il riconoscimento della sua sovranità sul Golan

Prima di avanzare altre offerte e concessioni ai palestinesi, Israele esiga l’istituzionalizzazione del suo confine di sicurezza settentrionale

Di Amiram Levin, Kenneth Bandler

Scrive Amiram Levin: L’amministrazione del presidente Usa Donald Trump presenterà presto una propria iniziativa per risolvere il conflitto tra Israele e palestinesi. Nel frattempo in Siria vanno prendendo forma accordi allarmanti tra Stati Uniti, Russia e Iran in merito a spiegamenti di forze non lontano dal confine settentrionale di Israele.

Leggi tutto l'articolo ›