Il fronte nord

Quello che vediamo ai confini con il Libano e la Siria ricorda in modo esasperante ciò che è già accaduto per anni sul fronte sud

Editoriale del Jerusalem Post

Per molto tempo l’attenzione è rimasta saldamente concentrata sul fronte sud, dove uno stillicidio di razzi e colpi di mortaio che sembravano contenibili è stato tollerato per periodi di tempo sempre più lunghi, fino a quando ci si è accorti che Israele aveva perso la sua deterrenza

Leggi tutto l'articolo ›

Netanyahu: Hamas ha subito il peggior colpo della sua storia senza realizzare nessuno dei suoi obiettivi

Il primo ministro israeliano: Il mondo sta comprendendo il pericolo dell’estremismo jihadista, per cui si aprono nuove prospettive diplomatiche

Mentre le Forze di Difesa israeliane hanno raggiunto gli obiettivi della loro missione a Gaza, Hamas non è riuscita a imporre nessuna delle condizioni che aveva cercato di strappare in cambio del cessate il fuoco. Lo ha detto mercoledì sera il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu in una conferenza stampa

Leggi tutto l'articolo ›

Solo ora il mondo inorridisce?

Israele combatte contro la stessa mentalità dell’ISIS, ma lo sdegno del mondo è solo contro Israele

Di Justin Amler

Il presidente Obama ha detto che il mondo è rimasto inorridito per l'assassinio del giornalista James Foley, decapitato dal gruppo terroristico islamista ISIS. Ha anche detto che il gruppo è un relitto del passato che non ha posto nel XXI secolo. Purtroppo è il presidente Obama che vive fuori dal mondo del XXI secolo.

Leggi tutto l'articolo ›

I capi terroristi uccisi dalle Forze di Difesa israeliane

Il padre di una vittima di Hamas: “Non c’è gioia né odio: era quello che le Forze di Difesa israeliane dovevano fare e va bene così”

Mentre la sorte del capo dell’ala militare di Hamas Mohammed Deif resta incerta, le Forze di Difesa israeliane e le Brigate Izz ad-Din al-Qassam (ala militare di Hamas) hanno entrambe separatamente confermato la morte di tre importanti capi terroristi, mercoledì notte, in un raid aereo israeliano

Leggi tutto l'articolo ›

L’inascoltato allarme del generale americano

Tutti i gruppi jihadisti condividono il proposito di attaccare gli interessi occidentali o direttamente i paesi occidentali

Di Clifford D. May

Due recenti interviste sono state oggetto di un vivace dibattito all'interno della cosiddetta comunità della politica estera. Prima quella dove il presidente americano Barack Obama descriveva a Thomas Friedman del New York Times un mondo in cui le guerre terminano senza "nessun vincitore e nessuno sconfitto".

Leggi tutto l'articolo ›