Il summit islamico su Gerusalemme ha messo in mostra nuove divisioni e nuove alleanze in Medio Oriente

I leader di Arabia Saudita, Egitto, Bahrein ed Emirati Arabi Uniti non hanno partecipato, facendo capire che non intendono schierarsi a fianco dell'Iran

Di Seth J. Frantzman

Il presidente dell'Autorità Palestinese Mahmoud Abbas (Abu Mazen), il presidente iraniano Hassan Rouhani e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan hanno fatto appello, mercoledì, all'unità di tutti i paesi musulmani contro il riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele da parte degli Stati Uniti.

Leggi tutto l'articolo ›

Continua la guerra politica dell’Europa contro Israele

Non è per promuovere la pace che l’UE conduce una battaglia politica per delegittimare Israele a livello internazionale e per sovvertirne il governo democraticamente eletto

Di Caroline B. Glick

L'Europa è l'epicentro della guerra politica contro Israele. L'Europa combatte Israele nelle piazze d'Europa. L'Europa combatte Israele nei corridoi del potere a Bruxelles, in varie capitali dell'Europa occidentale e alle Nazioni Unite. L'Europa combatte Israele dentro Israele stesso.

Leggi tutto l'articolo ›

L’intransigenza palestinese e le sue radici nell’indisponibilità araba al compromesso

La dirigenza palestinese avrebbe reagito in modo diverso alle parole di Trump se fosse capace di prestare attenzione alle posizioni degli altri e fosse animata dalla reale volontà di arrivare a un accordo

Di Shlomo Avineri

È chiaro che i palestinesi sono rimasti male quando il presidente Donald Trump ha annunciato che gli Stati Uniti riconoscono Gerusalemme come capitale d’Israele e vi trasferiranno la loro ambasciata.

Leggi tutto l'articolo ›

Chi ha paura delle parole “Gerusalemme capitale d’Israele”?

Chi rifiuta di riconoscere Israele come stato nazionale del popolo ebraico non vuole riconoscere Gerusalemme come capitale del paese che vorrebbe spazzare via

Di Moshe Arens

Alla richiesta di nominare la capitale di vari paesi, diverse persone avrebbero difficoltà a ricordare che la capitale del Canada è Ottawa e che la capitale dell'Australia è Canberra, ma ben pochi avrebbero difficoltà a ricordare che la capitale dello stato ebraico è, ovviamente, Gerusalemme.

Leggi tutto l'articolo ›

Ecco perché la dichiarazione di Trump facilita il processo di pace

Non siamo più nel ’47. Non riconoscerlo significa assecondare i troppi estremisti musulmani che rifiutano l'esistenza stessa di uno stato ebraico entro qualsiasi confine, con qualunque capitale

Di Yaakov Katz ed editoriale Jerusalem Post

Scrive Yaakov Katz: Al di là dei processi alle intenzioni, ciò che conta è che Trump ha corretto un'ingiustizia storica commessa ai danni dello stato ebraico negli ultimi settant'anni.

Leggi tutto l'articolo ›

Trump ha respinto il ricatto delle minacce violente e ha posto fine alla negazione della realtà

Che governo e Knesset abbiano sede a Gerusalemme non è mai stato oggetto di negoziato. Trump dice agli arabi: chi vuole davvero la pace negozi sulle questioni vere

Di Elliott Abrams

La decisione del presidente Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale d’Israele è una decisione assolutamente corretta, innanzitutto per un semplice motivo: perché Gerusalemme è la capitale di Israele.

Leggi tutto l'articolo ›