Sezione: Attualità

Attivista sudafricana: “La sofferenza del mio popolo sotto l’apartheid viene usata per criminalizzare Israele”

Yoseph Haddad, arabo israeliano: “Questi rapporti, prodotti per giustificare budget scandalosamente esagerati e totale mancanza di risultati, rendono l’Onu parte del problema anziché della soluzione”

Di Tovah Lazaroff

La sofferenza dei neri in Sud Africa sotto il regime dell'apartheid è diventata uno strumento antisemita con cui delegittimare Israele. Lo ha affermato l'attivista cristiana nativa di Johannesburg Olga Meshoe Washington.

Leggi tutto l'articolo ›

All’Onu continua lo show del pregiudizio anti-israeliano

Che credibilità può avere un Consiglio Onu per i diritti umani dove si impancano a giudici paesi come Mauritania Pakistan Somalia e Qatar che hanno leggi che prevedono l’uccisione degli omosessuali?

Editoriale del Jerusalem Post

Non sorprende affatto che il Consiglio Onu per i diritti umani abbia dimostrato, martedì, che continua a essere l'organizzazione faziosa e prevenuta che da tempo conosciamo

Leggi tutto l'articolo ›

“Perché ho autorizzato la tradizionale sfilata delle bandiere a Gerusalemme”

In questo anno da ministro della pubblica sicurezza ho imparato che, come la criminalità non conosce limiti, non ci sono limiti nemmeno all'estorsione e alle minacce delle organizzazioni terroristiche

Di Omer Bar-Lev

Nell’editoriale di domenica 29 maggio, il giorno della sfilata delle bandiere a Gerusalemme, Ha’aretz diceva che, in quanto ministro israeliano della pubblica sicurezza, non avevo fatto "tutto il possibile per prevenire un'evitabile conflagrazione regionale".

Leggi tutto l'articolo ›

Quando la “seconda giornalista uccisa da Israele” è una terrorista recidiva

Ghufran Warasneh è stata mortalmente ferita mentre tentava di accoltellare i soldati, un “dettaglio” convenientemente taciuto da innumerevoli attivisti e persino da funzionari Onu

“Un’altra giornalista uccisa" da Israele. Questa la notizia rilanciata da Francesca Albanese, da poco più di un mese nuova “relatrice speciale per le Nazioni Unite sulla situazione dei diritti umani nel Territori palestinesi occupati”

Leggi tutto l'articolo ›

Intanto sui mass-media iraniani: minacce di sterminio e indottrinamento antisemita à gogo

“Israele è un cancro da annientare, gli israeliani sono finti ebrei da scacciare”. “La bugia della Shoà è stata inventata dagli ebrei, maestri di menzogna”

In un comizio tenuto lo scorso 29 aprile presso il santuario dell'imam Reza a Mashhad, in Iran, in occasione della Giornata di al-Quds (Gerusalemme), il comandante dalla Forza Quds del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie iraniane, generale Esmail Qaani, ha ribadito che Israele è una "crescita cancerosa" che deve essere "cancellata dalla faccia della storia"

Leggi tutto l'articolo ›

La demonizzazione degli ebrei, non la sfilata delle bandiere, è responsabile dei disordini a Gerusalemme

Chi afferma che la celebrazione di Yom Yerushalayim è una pericolosa provocazione dovrebbe ricordare che il falso slogan “la moschea è in pericolo” viene usato da almeno un secolo per istigare contro gli ebrei

Di Ben-Dror Yemini

C'è sempre stata istigazione all’odio contro gli ebrei. Affermare che è la sfilata delle bandiere israeliane in occasione di Yom Yerushalayim (la giornata di Gerusalemme) che provoca e catalizza la violenza anti-ebraica tra i musulmani in generale, e i palestinesi in particolare, è semplicemente vergognoso.

Leggi tutto l'articolo ›

Una folla di palestinesi cercò di sequestrare la bara di Shireen Abu Akleh perché non sembrasse “il funerale di una cristiana”

La verità su chi e perché ha provocato gli scontri al funerale della giornalista di Al-Jazeera, attestata dalle stesse tv arabe

Di Itamar Marcus

Palestine Media Watch ha esaminato le trasmissioni di Al-Jazeera e della tv ufficiale dell'Autorità Palestinese, prima e durante i funerali del 13 maggio della giornalista Shireen Abu Akleh

Leggi tutto l'articolo ›