Dopo 70 anni, è ufficiale: Israele è lo stato nazionale del popolo ebraico

La nuova legge suscita discussioni anche fra gli ebrei e in Israele, ma garantisce il futuro del paese in un Medio Oriente che non rispetta le minoranze e non riconosce il diritto ebraico all’autodeterminazione

Dopo un acceso dibattito durato fino a tarda notte, giovedì scorso la Knesset in sessione plenaria ha approvato con 62 voti contro 55 (e due astenuti) una controversa "legge sulla nazionalità" che non cessa di far discutere.

Leggi tutto l'articolo ›

Il punto 7 dell’odg del Consiglio Onu per i diritti umani è “contro l’esistenza di Israele”

Lo ha detto l'ambasciatrice Usa Haley, denunciando paesi e ong che in privato si dicono “disgustati” da come funziona l’organismo, ma in pubblico si oppongono alle riforme

Il controverso punto 7 dell’ordine del giorno di ogni sessione del Consiglio Onu per i diritti umani è pensato per minare l'esistenza di Israele. Lo ha denunciato l'ambasciatrice degli Stati Uniti alle Nazioni Unite, Niki Haley

Leggi tutto l'articolo ›

La difficile gestione del conflitto con Gaza

Non c’è dubbio che Hamas è responsabile delle condizioni di Gaza, ma a 13 anni dal ritiro di Israele è ora di prendere l'iniziativa e tentare qualcosa di diverso

Editoriale del Jerusalem Post

"Sono profondamente convinto che questo disimpegno rafforzerà Israele nel mantenimento della terra necessaria alla nostra esistenza e sarà apprezzato da tutti, vicini e lontani, ridurrà l'odio, romperà assedi e boicottaggi e favorirà la pace con i palestinesi e gli altri nostri vicini".

Leggi tutto l'articolo ›

I libri di testo delle scuole di Assad insegnano jihad e odio contro ebrei, Israele e Occidente

Secondo un recente studio, i programmi scolastici del regime siriano non soddisfano gli standard dell'Unesco sull’insegnamento di pace e tolleranza

Un nuovo rapporto che ha analizzato oltre 50 testi scolastici usati nelle scuole del regime siriano controllato da Assad ha rilevato una considerevole tendenza a insegnare l’odio verso le altre nazioni, in particolare Israele, e a predicare la jihad (la guerra santa) in nome della “causa palestinese”.

Leggi tutto l'articolo ›

“L’esercito islamico in Siria aspetta solo l’ordine di distruggere Israele”

Lo ha dichiarato il vice comandante delle Guardie Rivoluzionarie iraniane, attribuendo tutti i mali del Medio Oriente al “regime fittizio e privo di radici storiche chiamato Israele”

"L'esercito islamico in Siria", schierato sulle alture del Golan, non aspetta altro che l’ordine di annientare il "malvagio regime" israeliano. Lo ha dichiarato, in un recente discorso, il vice comandante del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie iraniane, Hossein Salami

Leggi tutto l'articolo ›